Sudafrica, neonato trovato vivo in una fogna. A salvarlo dei passanti attirati dal pianto

Le forze dell’ordine hanno scardinato la lastra di cemento raggiungendo il piccolo. Il video del salvataggio postato online

L’hanno salvato per un pelo aveva ancora il cordone attaccato. E’ successo nella città sudafricana di Durban: un neonato, è stato gettato nella fogna e salvato dai pompieri che hanno rotto il tubo della fogna da dove proveniva il suo pianto. Alcuni passanti, hanno sentito i vagiti del piccolo provenire dal pavimento e hanno chiamato i pompieri che hanno scardinato una lastra di cemento per poterlo raggiungere a un metro e mezzo di profondità. Dopo alcuni vani tentativi, i pompieri hanno tagliato una sezione del tubo riuscendo ad estrarre il piccolo e a portarlo in salvo in ospedale. Ora il video girato con un telefonino e “postato” da un utente online è diventato virale suscitando orrore e indignazione nei social network. Il neonato ha riportato qualche piccola ferita e aveva un lento battito cardiaco. Ora è nell’incubatrice e le sue condizioni sono stabili. Non si conosce ancora il responsabile del gesto. Secondo i commenti su internet, osserva Giovanni D’Agata, presidente dello “Sportello dei Diritti”, questi casi sono frequenti, legati a nascite fuori del matrimonio anche se la cronaca, ci offre di continuo  queste terribili storie. Quello che ci colpisce di più è che spesso quegli autori sono proprio i loro genitori, ovvero le persone che si dovrebbero prendere cura di loro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: