Opzioni binarie: come evitare le truffe online

REDAZIONE, 13 MAR -Il mondo delle opzioni binarie? È ricchissimo di opportunità, ma è anche vasto, complicato e pieno di insidie. E proprio per questo è importante seguire una serie di passaggi che vi permetteranno di evitare di depositare denaro con qualche broker poco serio e poco affidabile. Ma come si può fare?

In primo luogo, dovrete capire con chi avete a che fare, e determinare se il broker è regolamentato: è il passo iniziale per evitare le truffe sulle opzioni binarie, anche se – in buona evidenza – non è nemmeno l’unico. Altrettanto importante è infatti valutare le loro condizioni di servizio, sentire l’opinione degli altri membri della propria community e degli utenti che hanno sperimentato lo stesso servizio e agire sempre sulla base di una strategia opzioni binarie chiara e predefinita: fortunatamente, esistono numerosi siti dedicati, come meteofinanza.com, che potete consultare per saperne di più!

Detto ciò, un ottimo punto di partenza è la lista di broker regolamentati in Europa: verificare la posizione del broker di trading di opzioni binarie sul sito della Consob, nell’apposita sezione dedicata agli albi sugli intermediari finanziari. Dunque, prima di registrarvi, e certamente prima di depositare, controllate se il broker è regolarmente autorizzato ad operare. Si tratta di una cautela di fondamentale importanza: se un broker è registrato, significa che ha rispettato i requisiti minimi previsti dalle autorità europee per poter garantire la tutela dei fondi dei depositanti, e non solo.

Una volta verificato che il broker è regolamentato, cercate di mettervi in contatto con l’operatore. Valutate come è l’assistenza, se hanno sedi nel vostro Paese, se rispondono celermente alle richieste di informazioni. Inoltre, cercate di “filtrare” i loro contenuti promozionali: la propaganda che molti operatori fanno ai loro prodotti è spesso “esagerata”: il miglior modo per rendersi conto se stanno eccedendo o meno è sicuramente quello di leggere recensioni e opinioni online sui loro servizi, e magari parlare con qualche utente che sta già usando la sua piattaforma.

Il passo successivo, da effettuare ancor prima di effettuare un primo versamento di capitale, consisterà nella possibilità di utilizzare i suoi servizi in modalità dimostrativa mediante l’apertura di un conto di demotrading. Si tratta di piattaforme dimostrative, del tutto identiche a quelle che sono previste dal broker per i tuoi utenti “ordinari”, con la differenza che ad essere utilizzato non sarà il capitale reale del trader, ma quello virtuale, precaricato dal broker in sede di apertura del conto demo.

I vantaggi di questo strumento sono molteplici. Ai fini del presente articolo vi renderete conto se i servizi che propone sono effettivamente di qualità rilevante, o se si tratta di servizi improvvisati e poco affidabili. In secondo luogo, potrete utilizzare questo conto demo come una sorta di allenamento, con il quale sperimentare la vostra strategia di trading in condizioni di piena sicurezza.

Infine, nel dubbio, ricordate che è sempre opportuno avvicinarsi ai broker più noti e di grandi dimensioni, che per struttura organizzativa, partnership e credibilità, possono certamente fornirvi maggiori rassicurazioni rispetto a operatori di piccole dimensioni, dalle ambizioni poco chiare…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *