Mazara. Sequestrata area adibita allo smaltimento illecito delle acque di vegetazione delle olive

Operazione condotta dai Vigili Urbani in collaborazione con l’A.R.P.A.

REDAZIONE, 13 MAR – Il locale Comando di Polizia Municipale, diretto dal Col. Salvatore Coppolino, nell’ambito di un’indagine ambientale condotta in collaborazione con il personale A.R.P.A. di Trapani, ha provveduto a porre sotto sequestro una vasta area adibita allo smaltimento illecito delle acque di vegetazione delle olive in Contrada Lippone a Mazara del Vallo.

Nel terreno sottoposto a sequestro erano state realizzate 19 buche-vasche di raccolta in comunicazione tra di loro, al fine di consentire la decantazione del liquido raccolto e facendo si che al loro interno si accumulassero grandi quantità di liquido nero.

Al fine di accertare la natura del liquido presente nelle pozze, presumibilmente acque di vegetazione proveniente da attività industriale-artigianale della lavorazione delle olive, il personale ARPA ha proceduto ad effettuare appositi prelievi e campionamenti.

Su disposizione della Procura della Repubblica di Marsala, l’area interessata allo smaltimento illecito delle acque di vegetazione delle olive è stata posta sotto sequestro, delimitata dal nastro rosso e bianco e segnalata da cartelli.

“L’intervento svolto – ha detto il dirigente dei Vigili Urbani – è un esempio di collaborazione proficua tra i vari enti preposti alla tutela dell’ambiente. Abbiamo provveduto a denunciare due persone a piede libero – ha concluso Coppolino – per violazione delle normative a tutela dell’ambiente”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *