Uccide la madre con un colpo di pistola e poi si toglie la vita

In una lettera le cause del gesto

REDAZIONE, 11 MAR – Ha ucciso l’anziana madre prima di togliersi la vita. Tragedia questa mattina, a Rivoli. E’ successo attorno alle 8.30. L’omicida-suicida è Ezio Panataro di 77 anni. La vittima è Ernestina Malandrini, di 101 anni.

Prima di compiere il gesto estremo ha dato l’allarme, chiamando i carabinieri. Sul tavolo ha lasciato una lettera, in cui spiega di essere malato, di avere un tumore al pancreas, e di scusarsi per il gesto “ma non volevo lasciare mia madre da sola”. Nella lettera, da quanto si apprende, Panataro avrebbe anche scritto come organizzare il funerale, a chi destinare l’eredità e il denaro presente in banca.

Nessuno dei parenti, però, sapeva della malattia. I familiari erano a conoscenza del fatto che venerdì scorso, Panataro si era recato in ospedale perché si era sentito male. Ed è forse lì che ha scoperto la gravità della situazione e, preso dallo sconforto, oggi ha deciso di farla finita. Non prima di aver organizzato, in modo preciso, il “dopo”.

Stante i primi accertamenti da parte dei carabinieri della compagnia di Rivoli, l’arma sarebbe stata legalmente detenuta dall’omicida, con tanto di documentazione regolarizzata al commissariato di polizia di Rivoli nel 2015. A coordinare le indagini, di fatto già chiuse, il pm di Torino, Enzo Buccarelli.

[www.torinotoday.it]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *