[Motori] A Bossalini e Ratnayake l’Historic Rally delle Vallate Aretine

Con la Porsche 911 SCRS Gruppo B, l’equipaggio della Island Motorsport vince il primo round del CIR Auto Storiche, dopo un duello con “Lucky” e Pons, secondi con la Lancia Delta Integrale Rally Club Team. Terzi e primi del 2. Raggruppamento sono Salvini e Tagliaferri su Porsche 911 RSR Piacenza Corse. Ambrosoli e Viviani primeggiano nel 3. Raggruppamento con la Porsche 911 SC della Romazzana. Savioli e Failla su BMW 2002 Ti Team Bassano, s’aggiudicano la gara del 1. Raggruppamento.

REDAZIONE, 11 MAR – All’ottava edizione dell’Historic Rally delle Vallate Aretine hanno primeggiato Elia Bossalini e Harshana Ratnayake. L’inedito equipaggio della Island Motorsport, inaugura la quindicesima stagione del CIR Auto Storiche, aggiudicandosi di forza la gara organizzata da Scuderia Etruria. Gara sulle non facili prove aretine, che hanno inizialmente messo in seria difficoltà i piloti poi vincitori, autori di un “dritto” nella prima prova speciale che ha fatto loro temere il peggio. Il piacentino e il navigatore di origine cingalese, hanno progressivamente accresciuto il feeling con le strade al punto d’aggiudicarsi le successive cinque frazioni cronometrate e acquisire un sostanzioso vantaggio sino all’arrivo.

In Piazza Grande ad Arezzo, “Lucky” ha tagliato il traguardo assieme a Fabrizia Pons classificandosi al secondo posto, al termine delle otto prove speciali, aggiudicandosene tre: la prima e le ultime due. Il vicentino campione in carica, con la Lancia Delta Integrale nei colori della Rally Club Team ha dato l’impressione di poter ripetere l’impresa dell’anno precedente, quando vinse la competizione a mani basse, ma l’edizione 2018 s’è ben presto rivelata tutta di rincorsa nel tentativo di recuperare il divario accusato per un testacoda nella seconda piesse.

Terzi sul podio e vincenti nel 2. Raggruppamento, sono i toscani Alberto Salvini e Davide Tagliaferri autori di una gara significativamente grintosa e particolarmente efficace che gli ha permesso di rimediare ai problemi iniziali di scarso rendimento del motore e dell’assetto della Porsche 911 Rsr Gruppo 4. Piccole defaillance risolte all’assistenza dai tecnici del team Balletti, prima della quarta prova, La Verna, dove sotto la pioggia e nebbia l’equipaggio della Piacenza Corse ha realizzato una prestazione eclatante, portandosi a ridosso delle posizioni di vertice. Protagonista mancato della sfida è stato il biellese Davide Negri, veloce nei primi chilometri ma fermato in seguito per irrisolti problemi meccanici alla Porsche 911 Rsr.

Image

Sulle strade aretine, il lariano Luca Ambrosoli trova le giuste condizioni per esaltarsi e conquista l’ottimo quarto posto assoluto, vincendo il 3. Raggruppamento. Con la Porsche 911 SC della Romazzana Rally Team, condivisa con il navigatore Corrado Viviani, Ambrosoli riesce superare le insidie del tracciato di gara, amplificate dalle mutevoli condizioni meteo affrontate con gli pneumatici sbagliati nella quarta piesse, rimontando nella parte finale sino a sfiorare il podio, piazzandosi davanti ad Andrea Guggiari e Davide Bozzo che con la Ford Escort Rs Gruppo 4  sono primi della classe “Duemila” del 3. Raggruppamento. Gara tormentata da infiltrazioni dei fumi di scarico nell’abitacolo della Porsche 911 SC, per il campione italiano di categoria in carica, il biellese Roberto Rimoldi, che ha chiuso al settimo posto preceduto anche da De Bellis terzo, Marcori quarto, Voltolini quinto, e Volpato sesto di Raggruppamento al traguardo provando le gomme da 15″ in luogo delle usuali 13″. Restando nell’ambito del 3. Raggruppamento, il milanese Luca Delle Coste si segnala per l’ennesima bella prestazione al volante della Fiat Ritmo 75 Gruppo 2, che condivide con Gianguido Furnari, piazzandosi ottavo e quattordicesimo assoluto. E’ durata solo l’arco di una prova speciale e mezza, la gara di Alberto Battistolli, uscito di strada dopo aver firmato l’ottavo tempo assoluto nella prima frazione, secondo di raggruppamento, con la Fiat 131 Abarth assieme all’esperto Luigi Cazzaro.

Decimi assoluti sono Baggio e Zanella con la Lancia Rally 037, undicesimi i Nodari, padre e figlio poco incisivi e rallentati da qualche mal funzionamento della BMW M3. Tredicesimi sono Costenaro e Marchi del Team Bassano, che con la   Lancia Stratos HF sono secondi del 2. Raggruppamento, precedendo i compagni di squadra Righi e Iacolutti, terzi di categoria con la Ford Escort RS

Image

Tagliano il traguardo dell’affollata Piazza Grande da vincitori del 1. Raggruppamento, i palermitani Marco Savioli ed Alessandro Failla, primi con la BMW 2002 Ti bissando il successo dello scorso anno. I siciliani del Team Bassano, hanno ragione dei lombardi Marco dell’Acqua e Alberto Galli, secondi nonostante alcuni problemi con la Porsche 911 S e dei conterranei Giuseppe Nuccio e Giorgio Daffara, anche loro su BMW 2002 Ti terzi con una pesante penalità accusata per la sostituzione della trasmissione. Quarti sono i bresciani Giuliani e Sora, primeggiando in classe 1300 con la Lancia Fulvia Hf e davanti a Capsoni e Zambiasi su Alpine Renault A 110 1300.

Luigi Battistel e Denis Rech s’aggiudicano la prima gara del Trofeo A 112 Abarth.

[ redazione – Foto ACI Sport – Max Ponti]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *